Giocare in borsa con gli ETF

Giocare in borsa con gli ETF: Energia e Materie prime

ETF significa Exchange Traded Fund, sono dei fondi comuni che vengono negoziati in borsa. Vengono definiti anche fondi indicizzati perché replicano un indice azionario.

Possiamo scegliere un ETF in vari asset come le materie prime, obbligazioni, azioni e molto altro per giocare in borsa con gli ETF.

Gli ETF vi offrono l’opportunità di diversificare il portafoglio di investimento in maniera molto economica ed efficiente distribuendo il rischio tra più vettori, consentendo di ottimizzare il profilo di rischio dell’investimento.

Dato che gli ETF tracciano un indice, è possibile coprire un intero mercato con una sola transazione.

Gli ETF sono facili da acquistare e vendere, anche su base intraday.

Per acquistare gli ETF avete a disposizione l’opportunità di farlo con 3 piattaforme differenti, potrete:

Gli investitori sono in grado di agire sul mercato in pochi secondi.

A causa di queste caratteristiche, gli ETF possono essere utilizzati come parte di una strategia di investimento in diversi modi:

  • Per la crescita a lungo termine;
  • Per le opportunità di trading a breve termine;
  • Per la copertura di parte di un portafoglio.

Come i fondi tradizionali, gli ETF sono fondi comuni di investimento.

Non sono interessati da alcuna insolvenza del fornitore dell’ETF o della banca depositaria, in quanto le attività del fondo non sono incluse nel patrimonio fallimentare.

Sono strumenti di investimento particolarmente trasparenti perché corrispondono alla performance dell’indice azionario, al netto delle commissioni.

E’ possibile visualizzare tutti i principali scambi e altre informazioni su base intraday o in tempo reale.

Gli ETF comportano solo un piccolo addebito, la commissione minima di gestione. I costi sono minimo e sono di transazione per l’acquisto e la vendita di un ETF.

Qual è la differenza tra ETF e i comuni fondi di investimento?

Inizia col dire che gli ETF sono un insieme di fondi comuni e azioni. Gli ETF hanno delle peculiarità uguali ai fondi comuni, ma hanno alcune differenze importanti che fanno la differenza sull’investimento.

  • Strategia: Tutti i fondi acquistano e vendono al fine di raggiungere un traguardo. I fondi attivi e passivi hanno dei dirigenti che sono responsabili delle scelte di investimento;
  • Indicizzazione: Molti ETF sono a gestione passiva. I fondi indicizzati trovano un punto di incontro tra la reddito del fondo e un determinato indice di mercato;
  • Fondi di investimento attivo: i fondi attivi hanno come obbiettivo di superare gli indici di mercato. Chi gestisce il fondo decide in base alla loro esperienza e giudizio. Gli indici che si possono utilizzare per misurare le performance del fondo, sono una decina. Il fondo deve avere una meta e un strategia di investimento.

Gli ETF in parole poveri, sono un insieme di fondi comuni e azioni.

Sono simili ai fondi comuni di investimento, ma ci sono alcune differenze che fanno dell’ETF un prodotto conveniente per l’investimento.

La maggior parte degli ETF sono a gestione passiva.

Questi fondi indicizzati hanno un punto di incontro tra il reddito del fondo e un indice di mercato preciso. Invece i fondi attivi hanno lo scopo di superare un determinato indice di mercato. Chi opera sul fondo decide in base alla propria esperienza e al suo giudizio.

Investire in ETF nell’energia eolica e solare

Investire nell’energia solare ETF

Investire nell’energia solare è un tema molto attuale. Si ritiene che investire nell’energia solare sia un investimento redditizio. L’uso continuo di elettricità è aumentato, ogni giorno consumiamo di più, si è calcolato che nel 2040 la domanda superi la produzione di energia.

Investendo nel energia solare abbiamo la possibilità di diversificare il nostro portafoglio.

Investire nell’energia eolica ETF

ISE Global Wind Energy con acronimo FAN è il più grande indici capitalizzato nel settore dell’energia eolica, ha un patrimonio di 8,20 milioni di azioni 98,50 milioni di dollari e un volume mensile di 75,014.

Fonti solari, fotovoltaiche, di marea e l’energia eolica, sono in forte crescita negli ultimi anni. Sono risorse abbondanti, rinnovabili, pulite e diminuiscono le emissioni di gas serra. Per rendere tutto ciò redditizio, vengono creati parchi eolici.

I benefici dei parchi eolici è che possono dare elettricità in luoghi remoti e isole che non hanno la possibilità di accesso alla rete. I parchi eolici vengono costruiti vicino alle coste, dove il vento è stabile e forte, i costi di costruzione e di manutenzione sono alti.

Società di gestione di fondi: le più importanti

Ci sono molte società di gestioni fondi le più importanti BlackRock e Vanguard, ma queste società vengono messe in ombra dalla società di gestioni fondi Zurcher Kantonalbank ZKN.

Lo ZKN a emesso il suo primo ETF in oro nel lontano 2006, rispecchiando il prezzo di un’oncia d’oro. Con i fondi, la società d’investimenti compra oro e lo deposita nel suo caveau personale. Quindi l’ETF è coperto da oro.

L’ETF oro è emesso in franchi svizzeri. Se il prezzo e il valore del franco si alza, gli investitori avranno doppi benefici.

La ZKN, con il suo prodotto ETF in metalli preziosi, a molto successo a un volume totale di fondi di $1,9 miliardi. Questo lo rende un leader del settore.

Investire in ETF nelle materie prime

Chi vuole scommettere sull’aumento dei prezzi delle materie prime per lungo termine, ha l’opportunità di investire in fondi ETF o ETC.

Gli ETC sono dei fondi comuni di investimento e possiamo dire che la scelta è davvero grande.

Per alcune banche, gli investitori possono anche investire in fondi di materie prime tramite un piano di risparmio.
Oltre agli ETC, i trader possono anche investire su ETF su materie prime.

Se vuoi iniziare ad investire in ETF con le materie prime, avrai bisogno di un conto titoli, è importante confrontare attentamente tutte le offerte dei vari broker.

Per negoziare materie prime, sono presenti differenti modalità ed ognuna di esse ha vantaggi diversi.

Chi ha scelto di fare affidamento sull’aumento dei prezzi delle materie prime a lungo termine può optare per ETF o ETC.
Per chi segue principalmente i prezzi del petrolio, mais o oro, può scegliere di negoziare tramite i CFD.

E’ invece molto più semplice investire nelle materie prime tramite i certificati che si posso acquistare o vendere tramite qualsiasi conto titoli.

La differenza sostanziale tra gli ETC e gli ETF è una. ETC è un fondo indicizzato “Exchange Traded” che replica un indice come il FTSE MIB e viene negoziato come un titolo azionario. Gli ETF invece uniscono i vantaggi del fondo e dei titoli azionari in un unico strumento finanziario.

Gioca in borsa con gli ETF: Apri un Conto Demo Gratuito.